20153 Milano - Europe
+39 348 9210 612
posta@patriciavillarejo.eu

Mare avverso

Mare avverso

L’istinto ci fa intuire subito quello che i fatti ci fanno capire dopo.

Osservavo che con il passare del tempo, alcuni mie tratti o meccanismi caratteriali sono cambiati. Non saprei valutare quanto questi cambiamenti possano avvantaggiarmi. Mi accontento solo della consapevolezza.
Parlo dell’intuizione, questo meccanismo di preselezione che ha luogo sotto la soglia della coscienza ed è responsabile di esaminare tutte le opzioni a disposizione e decidere quali sono le scelte da fare.  

L’intuizione mi permette di valutare e scartare in modo inconsapevole le alternative, basandomi fondamentalmente sul vissuto e sulle emozioni. L’intuizione si esprime in tanti modi; attraverso sensazioni corporee, nello stomaco o nel petto, altre volte è il pensiero che mi riporta a situazioni già viste che scatenano un potente rifiuto.  Un  NO assoluto oppure un  SÌ, questa è la scelta! 

Vi è mai capitato di analizzare con il senno di poi un incidente di percorso, un progetto, un lavoro, una relazione fallimentare o appunto, un incidente?
Vi è mai capitato di dirvi a voi stessi – Era iniziato male, non poteva che finire peggio oppure, – Se non mi fossi impuntato, se avessi riflettuto sui PRO e CONTRO o ancora, Se avessi ascoltato il mio intuito.

Acutizzare i sensi e risvegliare l’intuito sono MEZZI POTENTI a tutela della nostra salvaguardia.

 
Questa domenica avevamo in programma una Randonnée collinare nella zona del Sempione. Posti  nuovi e belli non troppo lontani da casa. In seguito ad una serie di inconvenienti: la rottura di una camera d'aria prima della partenza, la perdita di tempo nella riparazione, strade e luogo del appuntamento mancati, batterie a terra di una delle bici, Garmin (GPS) non collaborativo  e altre intoppi di scarsa rilevanza abbiamo scelto di rinunciare. L'intuito ci diceva che NON ERA COSA! 
Meglio rimanere nei dintorni e fare un giro tranquillo cercando di evitare altre sorprese!

Percezione

Allenamento altamente allenante dovuto al vento che ha girato sempre contro.

Le gambe andavano molto bene. Peggio il fiato, un poco corto dovuto ad un forte raffreddore, spero solo di stagione che mi perseguita incessante.

Mi rendo conto di essere ancora in allerta sulle sintomatologie  COVIDiane e quindi prudente anche sul lato prudenza.  

Time After Time, Megan Davies (Cover Guitar) https://www.youtube.com/watch?v=OYgfAq6ttYc

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.